Per quel che riguarda la pace fiscale 2020, ed in particolare la definizione agevolata rappresentata dalla rottamazione ter delle cartelle esattoriali, scatta in Italia la proroga nelle aree interessate dall'emergenza coronavirus. E questo in forza al recente decreto del Governo sulla sospensione delle tasse.

Nel dettaglio, riporta il sito quifinanza.it, la rata della rottamazione ter in scadenza il 28 febbraio è sospesa in quanto il decreto prevede il congelamento delle scadenze degli adempimenti tributari che sono comprese tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020. Con la conseguenza che il nuovo termine di pagamento è quello del 30 aprile del 2020.

Rottamazione ter proroga coronavirus, i Comuni interessati

I Comuni interessati alla sospensione e proroga della rottamazione ter, e degli altri adempimenti fiscali, sono quelli che rientrano nella cosiddetta zona rossa delle Regioni Lombardia e Veneto per quel che riguarda l'epidemia da coronavirus. Si tratta, nello specifico, di Casalpusterlengo, Vo’ Euganeo, Codogno, Bertonico, San Fiorano, Castiglione D’Adda, Fombio, Castelgerundo, Terranova dei Passerini e Somaglia.