L'ultima misura di sostegno prevista dal decreto Rilancio in favore dei titolari di partita e dei lavoratori autonomi è il bonus da 1.000 euro riferito al mese di maggio.

Partita Iva: focus su bonus 600 e 1.000 euro

Con il decreto Cura Italia era stata predisposta un'indennità da 600 euro che è stata pagata con riferimento ai mesi di marzo e aprile.

Il bonus è stato poi incrementato da 600 a 1.000 euro per il mese di maggio, con delle restrizioni però in riferimento alla plate di beneficiari.

La stessa indennità ha riguardato i liberi professionisti iscritti alle casse private che già per il bonus di marzo e aprile hanno dovuto fare i conti con tempi più lunghi per il pagamento, complice l'attesa per il decreto interministeriale che ha dato il via libera all'erogazione delle indennità.

Bonus 1.000 euro professionisti: ultime news dal Ministero del Lavoro

Gli ordinisti aspettano ancora di ricevere il pagamento del bonus di 1.000 euro di maggio per il quale bisognerà aspettare ancora un po'.

Secondo quanto riferito da Italia Oggi, il Ministero del Lavoro ha fornito una risposta sulla mancata pubblicazione del decreto interministeriale per l'erogazione del bonus da parte delle casse private.

Il suddetto decreto, diversamente da quanto accaduto con i precedenti, non sarà pubblicato in quanto le modalità operative saranno definite con il decreto agosto al quale il Governo sta lavorando in questi giorni.

Stando a quanto indicato dal Ministero del Lavoro, il reddito di ultima istanza per i professionisti iscritti agli ordini sarà inserito nel decreto agosto e quindi andrà a sostituire quello interministeriale previsto dal decreto Rilancio.

Come si legge su ItaliaOggi, si tratta di una decisione da ricondurre alla necessità di ampliare lo stanziamento a favore dei professionisti.

Bonus 1.000 euro professionisti: pagamento non prima di metà agosto

Non ci sono ancor date precise in merito all'approvazione del decreto agosto che potrebbe però finire sul tavolo del Consiglio dei Ministri la prossima settimana.

Alla luce di ciò è facile intuire che il bonus di maggio non sarà liquidato ai professionisti iscritti alle casse private prima di metà agosto.

Questo perchè per conoscere le modalità di erogazione dell'indennità bisognerà attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo decreto che sicuramente non avverrà prima della prossima settimana.  

C'è da dire che ad attendere ancora il bonus di 1.000 euro di maggio non saranno tutti i professionisti, visto che alcuni hanno iniziato già ad incassarlo.

Si tratta dei titolari di partita Iva e dei lavoratori autonomi iscritti all'Inps che non hanno dovuto attendere il decreto attuativo previsto per gli ordinisti, in linea con quanto già accaduto per i bonus di marzo e aprile.

Bonus 1.000 euro maggio: spazzati via dubbi su risorse disponibili

Le ultime indicazioni arrivate dal Ministero del Lavoro servono indubbiamente a spazzare via i dubbi circolati fino a qualche giorno fa in merito all'effettiva esistenza degli stanziamenti necessari per coprire il pagamento del bonus di maggio alle partita Iva.

Rassicurazioni in tal senso erano arrivate circa una decina di giorni fa dal Ministero del Lavoro con la diffusione di una nota in cui si leggeva: “Il decreto è stato predisposto dall’Ufficio legislativo del Ministero del Lavoro e ora si trova al Mef per la bollinatura della Ragioneria Generale dello Stato, appena tornerà dal Mef bollinato le casse pagheranno. E' questione di giorni ormai”.