Chi attualmente è in possesso di un passaporto valido può utilizzarlo fino a scadenza, ma a scadenza per rinnovarlo dovrà in via obbligatoria passare al passaporto elettronico. Questo è quanto, tra l'altro, fa presente il sito quifinanza.it nel precisare che il nuovo passaporto elettronico è dotato di microchip sulla copertina, si compone di un libretto di 48 pagine a modello unificato, e permette all'atto dell'esibizione di risalire a tutte le informazioni sul titolare a partire dalla foto e passando per la firma digitalizzata, per i dati anagrafici e per le impronte digitali.

Validità passaporto elettronico cambia in base all'età

La validità del passaporto elettronico varia in base all'età del titolare come segue: per i minori di tre anni la validità è fino a 3 anni, cinque anni fino al compimento del 18esimo anno di età, ed una validità pari a 10 anni per i titolari di passaporto elettronico maggiorenni.

Dove fare il passaporto elettronico e dove registrare le impronte digitali

Per chiedere e per ottenere il rilascio del passaporto elettronico il richiedente deve presentarsi in Questura, presso gli uffici preposti, oppure al Commissariato di Polizia o presso una stazione dei Carabinieri. Oppure ancora la richiesta del passaporto elettronico può essere presentata presso un ufficio comunale o presso un ufficio postale fermo restando che per il rilevamento e per la registrazione delle impronte digitali la Questura è l'unica autorizzata.