Da diverso tempo, la pensione è diventata un argomento molto discusso, di critica e fonte di molteplici preoccupazioni. In passato i metodi di erogazione hanno determinato non poche difficoltà e ansietà, soprattutto per coloro d’età particolarmente avanzata o con eventuali complicazioni a livello motorio.

Ci sono delle novità in vista per l’anno 2019 che potrebbero recare grande sollievo ad alcuni e meno pensieri negativi: da oggi, la pensione di cittadinanza potrà essere ritirata dai pensionati totalmente in contanti, senza alcun tipo di limite; ciò che ha reso possibile suddetto cambiamento sono state le recenti novità introdotte dalla conversione in legge del DL 4/2019.

Non solo, le spese non verranno più controllate e si potrà dire definitivamente addio alla carta acquisto rilasciata, in precedenza, dalle Poste Italiane.

Ma partiamo dalle origini: che cosa è la pensione di cittadinanza e come si fa a ottenerla? Scopriamolo in questa guida di Trend Online!

Pensione di cittadinanza: quali sono i requisiti necessari?

Si tratta di un'iniziativa volta a facilitare e migliorare le condizioni di vita dei pensionati, incrementando la pensione minima.
Questo permetterebbe a coloro aventi scarse entrate, di avere introiti più elevati, rimuovendo, così, situazioni di povertà.

I requisiti necessari per poter richiedere la pensione di cittadinanza riguardano:

  • la cifra ottenuta mensilmente dalla minima (meno di 780 euro mensili);
  • l'età del richiedente (almeno 67 anni).