Seduta a due facce per le quotazioni del petrolio.

Petrolio in ritirata su dichiarazioni saudite

Dopo una mattinata di acquisti vivaci, in cui aveva prolungato il rally della vigilia attestandosi su un nuovo massimo plurisettimanale, l'oro nero ha quasi del tutto annullato i rialzi nel pomeriggio, risentendo delle dichiarazioni caute del governo saudita in vista dell'imminente meeting Opec che dovrebbe aprire la strada ad un nuovo piano concordato di tagli produttivi.



La giornata del petrolio

Sul ICE Futures Europe exchange di Londra, i futures con scadenza febbraio sul Brent avanzano alle 19.30 a 61,77 dollari al barile, in rialzo dello 0,13% ma in ritracciamento dal massimo di quasi 64 dollari toccato nell'intraday.

Sale frazionalmente anche il West Texas Intermediate americano, coi contratti in scadenza a gennaio in progresso dello 0,04% a 52,97 dollari dopo aver toccato quota 54,55 dollari, massimo dal 22 novembre scorso.