Giuseppe Zaffiro Puopolo, Portfolio Manager di Moneyfarm, spiega che la volatilità sul prezzo del petrolio scatenata dalla recente crisi in Medio Oriente ha riportato l’attenzione dei mercati sul tema del prezzo del greggio. Questa variabile è di fondamentale importanza nel determinare l’andamento dei mercati finanziari e Giuseppe Zaffiro Puopolo crede che, visto l’attuale posizionamento dei mercati, lo sia particolarmente.

L’attuale equilibrio di mercato, infatti, è supportato in buona parte dall’assunto che la politica monetaria - in Usa e in Europa - non rallenti la propria azione a sostegno dell’economia. Nell’ultimo trimestre Giuseppe Zaffiro Puopolo ha visto un risveglio dell’inflazione nell’Europa Core, oltre a segnali di vitalità economica. Un’accelerata improvvisa dell’inflazione potrebbe avere conseguenze sulle aspettative di inflazione, con inevitabili ripercussioni sulle valutazioni degli asset finanziari, che oggi incorporano in gran parte l’assunto che il livello dei prezzi non accelererà nel 2020.

Quali sono le variabili che incideranno sul prezzo del petrolio nei prossimi mesi e dove Giuseppe Zaffiro Puopolo immagina il valore target? Con una prospettiva più lunga, da tenere d’occhio sono la dinamica di domanda e l’offerta globale. Nel breve periodo, invece, le tensioni geopolitiche che Giuseppe Zaffiro Puopolo sta osservando hanno tutto il potenziale di causare degli shock di prezzo temporanei ma difficilmente prevedibili. Analizzeremo questi due fattori.

Domanda/offerta e transizione energetica