A meno di "significativi choc" per il mercato petrolifero, le quotazioni del Brent dovrebbero rimanere nel corso del 2020 nell'attuale range attorno ai 60 dollari al barile. 

Petrolio, Goldman Sachs: prezzi del Brent stabili nel 2020

Lo scrivono gli analisti di Goldman Sachs nel ricordare come i prezzi del Brent siano rimasti in equilibrio nell'ultimo periodo, tra il peggioramento delle aspettative sulla crescita da un lato e l'aumento delle tensioni in Medio Oriente dall'altro. 

Oggi intanto il prezzo del petrolio del mare del Nord viaggia sui 59,14 dollari, in ribasso dello 0,9% in scia ai dati preliminari sulle scorte Usa: secondo quanto comunicato da Api, in attesa dei dati ufficiali dell'Eia, gli stock di greggio sono cresciuti nella settimana terminata il 18 ottobre di 4,5 milioni di barili, a fronte di aspettative per un aumento di 2,2 milioni di barili. 

Petrolio: Goldman abbassa le stime sulla domanda

“I continui tagli dell'Opec e il rallentamento delle attività dell'industria dello shale (USA, ndr) bilanceranno l'offerta in crescita di altri paesi non OPEC e una crescita della domanda modesta il prossimo anno,” scrive la banca.

Sull'ultimo fronte, per il 2019 Goldman Sachs ha peraltro abbassato la sua stima sulla crescita della domanda di petrolio a 950 mila barili giornalieri, meno degli 1,25 milioni di barili precedentemente previsti, mentre per il 2020 abbassa la soglia a 1,25 milioni di barili (da 1,45 milioni).

Petrolio: rumor su nuovi tagli produttivi Opec

Quanto alle riduzioni di output, ieri indiscrizioni di Reuters hanno indicato che i membri dell'Organizzazione dei paesi esportatori e i loro alleati, tra cui la Russia, stanno prendendo in considerazione l'idea di concordare un ulteriore programma di tagli dell'offerta alla prossima riunione del cartello allargato, in agenda a dicembre.