Per l'abbonamento pirata alle pay Tv, il cosiddetto pezzotto, è scattata la denuncia a carico di 223 clienti nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di Finanza che è finalizzata a colpire non solo chi vende gli abbonamenti illegali, ma anche coloro che fruiscono praticamente a sbafo di Sky, di Netflix e di DAZN per calcio, film e serie Tv.





Pezzotto Sky, Netflix e DAZN: ora rischio per i clienti fino a 8 anni di carcere

In accordo con quanto è stato riportato da Repubblica.it, è la prima volta che in Italia vengono denunciati i fruitori del pezzotto che ora rischiano fino a ben otto anni di carcere. Alla sanzione penale, inoltre, può aggiungersi pure una multa fino a 25 euro e l'inesorabile sequestro di tutte le apparecchiature che sono state utilizzate in casa per vedere illegalmente la pay Tv, dal televisore ai computer e passando per gli smartphone.