La Pirelli ha approvato il piano industriale 2020-2022 con prospettiva verso il 2025.

Pirelli presenta Piano industriale 2020-2022

Finora l'azienda ha consolidato il suo High Value e ridotto la presenza nel segmento standard grazie a 5 pilastri su cui ha basato il suo agire:

  • Forte e con solidata collaborazione con i produttori auto più esigenti;
  • Tecnologia all'avanguardia;
  • Brand iconico che ormai è conosciuto in tutto il mondo;
  • Distribuzione commerciale selettiva e scelta dei punti dove operare in Paesi dove la manodopera ha un costo competitivo;
  • Vantaggio competitivo che pone Pirelli ai livelli produttivi più alti a livello mondiale.

Il focus dell'attività della Pirelli verrà incentrato soprattutto sugli pneumatici superiori a 19 pollici e specialties, nello standard pneumatici da 15 pollici e minori.

La Pirelli punta inoltre sullo sviluppo commerciale, innovazione tecnologica e riduzione del costo di produzione, capisaldi della produzione delle maggiori aziende mondiali.

Pirelli: i numeri

Il trend positivo della Pirelli che si è avuto nel triennio precedente in prospettiva di un’ulteriore crescita non solo deve essere confermato ma anche migliorato.

Entro il 2022 si vogliono portare i ricavi a un valore che si aggiri intorno ai 3 milioni di euro, con previsione di una crescita media annua pari al 3% con margine EBIT adjusted in aumento al 18/19%.

Per gli investimenti sono stati stanziati 900 milioni di euro, per conquistare una fetta di mercato ancora più ampia, già notevolmente cresciuta nel periodo che si è appena concluso grazie alla collaborazione con il mercato dei SUV di nuova immatricolazione.