La prima settimana di maggio si è conclusa con una seduta positiva per le Borse europee che hanno guadagnato terreno, chiudendo gli scambi sui massimi intraday. Il Dax30 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,55% e dello 0,68%, mentre il Cac40 si è apprezzato dell'1,12%.

La maglia rosa è stata indossata da Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 21.483 punti, in progresso dell'1,48%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.498 e un minimo a 21.067 punti.
Molto positivo il bilancio settimanale visto che nelle ultime quattro sedute (lunedì il mercato era chiuso per festività), ha messo a segno un rialzo del 4,24% rispetto al close del venerdì precedente, con una performance simile a quella dell'ultima settimana di aprile.

Nuovi top dell'anno per il Ftse Mib: quali i prossimi obiettivi?

L'indice delle blue chips nelle prime due sedute della settimana si è mosso in un range ristretto mantenendosi al di sotto dei precedenti massimi dell'anno, per poi rompere gli indugi nella giornata di giovedì quando è stata superata di slancio la soglia dei 21.000 punti. I corsi sono arrivati a testare l'area dei 21.200 punti, per poi ripiegare in direzione dei 21.000 venerdì, da cui si è avuto un nuovo balzo in avanti che ha portato a ridosso di area 21.500. 

Dopo la violazione di area 21.000 l'indice non ha perso molto tempo e si è spinto subito verso il target successivo dei 21.500 dove si decideranno le sorti di breve ora.
Con una rottura di questo livello infatti il Ftse Mib si candiderà ad ulteriori allunghi in direzione dei 22.000 punti, mentre la mancata violazione di area 21.500 potrà favorire dei ripiegamenti che troveranno un primo sostegno sulla soglia dei 21.000 punti.