La debolezza registrata in avvio di settimana dalle Borse europee è stata seguita oggi da un recupero che ha visto i listini terminare gli scambi tutti in salita. Il Dax30 ha guadagnato lo 0,4%, preceduto dal Ftse100 e dal Cac40 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,71% e dello 0,81%.

Bell'allungo per il Ftse Mib: prossima tappa area 22.000?

La migliore performance è stata quella di Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 21.853 punti, in progresso dell'1,27%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.887 e un minimo a 21.657 punti.
L'indice delle blue chips ha avviato gli scambi con un gap-up al di sopra dei 21.650 punti, rimasto aperto per una manciata di punti, allungando successivamente il passo verso area 21.900.

Il mercato è riuscito a dare un seguito al recupero partito dai minimi poco sopra i 21.300 punti segnati nelle ultime due sedute della scorsa settimana, riuscendo a riportarsi sopra il primo ostacolo dei 21.700/21.800 punti.

La prossima tappa è in area 22.000, superata la quale il Ftse Mib andrà a mettere sotto pressione i recenti massimi in area 22.220/22.250. Con il superamento di questa soglia sarà probabile un allungo verso quota 22.500, corrispondente ai massimi di giugno, oltre il quale l'indice si aprirà la strada per ulteriori apprezzamenti in direzione della soglia psicologica dei 23.000 punti.

La mancata violazione di area 22.000 potrebbe favorire delle prese di profitto che troveranno un immediato sostegno in area 21.800/21.700. Al di sotto di questa la discesa proseguirà verso i 21.500 punti prima e in seguito in direzione di area 21.300, rotta la quale sarà inevitabile un approdo sui minimi dell'anno in area 21.150/21.100.