La chiusura contrastata di ieri è stata seguita oggi da una seduta vissuta all'unisono dalle Borse europee, presentatesi al close tutte con il segno più.

E' rimasto più indietro degli altri il Ftse100 che si è accontentato di un frazionale rialzo dello 0,01%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,31% e dello 0,71%.

Ftse Mib: ottimo recupero dopo avvio in netto calo

In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 23.832 punti, con un vantaggio dello 0,46%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.893 e un minimo a 23.480 punti.

L'indice delle blue chips ha avviato gli scambi con un ampio gap-down, richiuso poi nel corso della seduta, scendendo a testare l'area dei 23.500.

Da questo livello si è avuto un bel recupero che ha spinto le quotazioni al test dei massimi intraday toccati nella prima seduta dell'anno a ridosso dei 23.850 punti, con una chiusura poco al di sotto di tale soglia.

Il mercato sta reagendo molto bene ad alcune cattive notizie arrivate dal fronte geopolitico, dimostrando chiaramente di non temere al momento un'escalation dello scontro tra Stati Uniti e Iran.

La buona impostazione del Ftse Mib rende credibile, al netto di eventi esogeni negativo, l'attesa di nuovi rialzi.
Conferme in tal senso giungeranno dal superamento confermato di area 23.850, con primo approdo sui massimi del 2019 in area 24.000.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com