Il rimbalzo delle ultime due sedute è stato subito bloccato oggi da un ritorno delle vendite che ha costretto le Borse europee a chiudere gli scambi in rosso.

Il Ftse100 ha ceduto lo 0,76%, ma è andata ancora peggio al Dax30 e al Cac40 che sono scesi rispettivamente dell'1,05% e dell'1,18%.

Fte Mib respinto verso il basso: occhio ai supporti ora

Segno meno anche a Piazza Affari che dopo tre sedute consecutiva in salita ha fatto retromarcia, con il Ftse Mib fermatosi a 21.405 punti, in ribasso dell'1,14%, dopo aver toccato nell'intraday un massimo a 21.685 e un minimo a 21.337 punti.

L'indice delle blue chips ha tentato di dare un seguito al recupero delle ultime giornate, ma da subito ha mostrato scarsa convinzione, riportandosi velocemente al di sotto di area 21.500.

Il ribasso odierno mostra chiaramente la fragilità del mercato che si palesa incapace di dare vita a movimenti direzionali di una certa durata e consistenza.

Il nuovo abbandono di area 21.500 è senza dubbio un segnale negativo, vista l'importanza di questo livello che in più di un'occasione abbiamo etichettato come spartiacque tra una ripresa del rialzo e una prosecuzione del ribasso.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com