Buon avvio di settimana per le Borse europee che hanno allungato ulteriormente il passo, in una giornata caratterizzata da volumi di scambio inferiori alla media, complice l'assenza della Borsa tedesca, rimasta chiusa per festività.

A fine sessione il Cac40 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,34% e dello 0,59%.

Ftse Mib ancora in rialzo al test dei 20.500 punti

Ad avere la meglio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 20.484 punti, in rialzo dello 0,61%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.495 e un minimo a 20.345 punti.

L'indice ha guadagnato terreno per la terza seduta consecutiva, dando ulteriore seguito al rimbalzo partito dai minimi di fine maggio a ridosso dei 19.500 punti.

Il Ftse Mib ha praticamente raggiunto il target dei 20.500 punti indicato nelle rubriche dei giorni scorsi e da cui dipenderanno le sue sorti nel brevissimo.

Ulteriori segnali di positività si avranno con la violazione di area 20.500, preludio ad un test dei 20.700/20.750 punti, da cui l'indice è stato respinto in più di un'occasione di recente.

Oltre il livello appena segnalato ci sarà spazio per una prosecuzione del recupero verso i 21.000/21.100 punti, dove verrà chiuso il gap lasciato aperto lo scorso 20 maggio.

La soglia dei 21.000/21.100 punti sarà un'altra importante area di verifica per il Ftse Mib e sarà lì che si verificherà se ci saranno le condizioni o meno per ulteriori spunti positivi.