Seduta decisamente negativa oggi per le Borse europee che dopo il timido rimbalzo dela vigilia sono state colpite da nuove vendite. Il Ftse100 si è difeso meglio degli altri con un calo dell'1,27%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente del 2,11% e del 2,21%.

Male anche a Piazza Affari dove il Ftse ib ha tentato a più riprese un recupero, salvo poi piegarsi al volere dei ribassisti e terminare gli scambi sui minimi di giornata 19.719 punti, con una flessione dell'1,71%, dopo aver toccato un massimo a 20.137 punti.

Il Ftse Mib torna sui minimi dell'anno: nuovi ribassi in vista?

Da segnalare che il top odierno è perfettamente coincidente con quello della vigilia e la mancata conferma del superamento di area 21.100 ha provato un deciso ritorno delle vendite.
L'indice viaggia ad una manciata di punti dai minimi dell'anno aggiornati ieri nell'intraday oco sotto i 19.700 punti ed è elevato il rischio di una violazione degli stessi nelle prossime ore.

Al di sotto di area 19.700 l'attenzione andrà rivolta al supporto dei 19.500 punti, ma se questa soglia non sarà in grado di contenere la spinta ribassista bisognerà guardare a valori più bassi in area 19.200/19.000, senza escludere ripiegamenti più ampi in direzione dei 18.500 punti nella peggiore delle ipotesi.

Un tentativo di recupero del Ftse Mib vedrà un primo ostacolo in area 20.000/20.100 e solo al superamento di questa si potranno mettere in conto nuovi spunti verso l'alto in direzione dei 20.500 punti.
Un primo allentamento delle tensioni ribassiste si avrà al di sopra di tale soglia, rotta la quale l'indice potrà portare avanti il suo rimbalzo in direzione dei 20.700/20.800 punti prima e in seguito in direzione di area 21.000.