Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno più per le Borse europee che dopo il progresso della vigilia hanno continuato a recuperare terreno.

Il Ftse100 è salito dello 0,31%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,48% e dello 0,92%.

Ftse Mib ancora in salita: occhio ora ad alcuni ostacoli di rilievo

In positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 20.609 punti, in salita dello 0,61%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.704 e un minimo a 20.483 punti.

L'indice delle blue chips ha guadagnato terreno per la quarta seduta consecutiva, riuscendo a superare la soglia dei 20.500 punti già avvicinata ieri e lanciandosi al test dei 20.700/20.750 punti, l'avvicinamento dei quali ha fatto scattare alcune prese di profitto.

Per assistere ad una prosecuzione del recupero in atto sarà importante ora un riposizionamento del Ftse Mib al di sopra dei 20.700/20.750 punti, oltre i quali si dovrebbe assistere ad un allungo in direzione di area 21.000/21.100, dove verrà chiuso il gap lasciato aperto lo scorso 20 maggio.

Con conferme al di sopra della soglia appena segnalata si avranno ulteriori indicazioni positive sulla bontà del recupero partito dai minimi di area 19.500.

In tal caso il Ftse Mib potrebbe ambire ad una prosecuzione al rialzo verso i 21.500 punti, per poi tornare a mettere nel mirino i massimi dell'anno in area 22.000, il raggiungimento della quale appare prematuro almeno nell'immediato.

Il buon recupero messo a segno nelle ultime sedute non permette ancora di sciogliere del tutto le riserve sulla possibile prosecuzione dello stesso nel breve.