La chiusura in calo di venerdì scorso ha lasciato spazio quest'oggi ad un lieve recupero delle Borse europee che non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione.

E' sceso in controtendenza il Dax30 con un frazionale ribasso dello 0,09%, mentre il Ftse100 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,16% e dello 0,43%.

Ftse Mib poco mosso: area 20.700 resta un forte ostacolo

Poco sopra la parità Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 20.626 punti, in lieve rialzo dello 0,07%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.721 e un minimo a 20.601 punti.

La seduta odierna, complice anche il range di circa 100 punti nel quale si è mosso l'indice, non offre nuove indicazioni rispetto al quadro già delineatosi nelle ultime giornate.

Il Ftse Mib sembra mantenere un'impostazione orientata al rimbalzo, ma al contempo non riesce ad avere ragione di area 20.700 che si sta rivelando un duro ostacolo da superare.

Il livello in questione infatti oggi ha frenato per la quarta volta nell'arco di circa un mese l'ascesa del Ftse Mib che ha già testato area 20.700 l'11 giugno e ancor prima il 21 e il 22 maggio prossimi.

Solo con una rottura decisa di questo ostacolo si potrà assistere ad una prosecuzione del recupero partito dai minimi di fine maggio.

Il successivo target è in area 21.000/21.100, dove verrà chiuso il gap-down del 20 maggio scorso, e superata la quale ci sarà spazio per ulteriori apprezzamenti almeno fino a quota 21.500.