Dopo il calo di ieri le Borse europee hanno ritrovato subito la via dei guadagni, terminando gli scambi in salita.
Il Dax30 e il Cac40 hanno registrato un rialzo dello 0,79% e dello 0,9% preceduti dal Ftse100 che ha guadagnato l'1,02%.

Ftse Mib: un altro rialzo. Occhio ad area 25.500 ora

In positivo anch Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib archiviare la seduta a 25.477 punti, con un progresso dell'1,01%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 25.483 e un minimo a 25.271 punti.

L'indice delle blue chips ha guadagnato terreno per la terza seduta consecutiva e, come previsto nella rubrica di ieri, ha allungato il passo in direzione di area 25.500.

Questo livello è stato solo avvicinato al momento e se non sarà superato nelle prossime ore potrebbe offrire il pretesto per far scattare alcune prese di beneficio.

In tal caso il Ftse Mib potrebbe scendere verso area 25.250/25.200, sotto cui la flessione proseguirà verso area 25.000 dove si potrebbe assistere ad una ripresa degli acquisti.

In mancanza di ciò bisognerà mettere in conto ripiegamenti più ampi con obiettivo la soglia dei 24.500 punti, previa violazione del supporto intermedio a 24.800/24.700 punti.

Ulteriori segnali di forza per il Ftse Mib si avranno con il superamento di area 25.500, preludio ad un'estensione rialzista verso area 26.000, con allunghi successivi fino ai 26.200 punti.

L'intonazione del mercato si conferma saldamente rialzista, ma l'ipercomprato sugli oscillatori e il raggiungimento di importanti soglie di prezzo potrebbero anche portare ad una pausa prima di nuovi rialzi.

In sostanza qualcuno potrebbe decidere di passare alla cassa e portare a casa almeno parte dei guadagni realizzati fino ad ora prima di dedicarsi a nuovo shopping.