Sulla scia del rialzo messo a segno nella sessione di venerdì, anche oggi le Borse europee si sono spinte in avanti, chiudendo gli scambi in salita.

Il Ftse100 ha guadagnato l'1,02%, preceduto dal Dax30 e dal Cac40 che si sono apprezzati rispettivamente dell'1,32% e dell'1,34%.

Ftse Mib in pole position in Europa: un recupero destinato a durare?

In luce verde anche Piazza Affari che ha messo a segno la migliore performance in Europa, con il Ftse Mib fermatosi a 20715 punti, in progresso dell'1,93%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.729 e un minimo a 20.472 punti.

L'indice delle blue chip ha avviato gli scambi già in progresso in area 20.500, per poi allungare il passo poco oltre i 20.700 punti in chiusura di sessione.

Il segnale positivo di oggi si aggiunge a quello già inviato nella giornata di venerdì, quando il Ftse Mib si è allontanato con forza dal supporto chiave dei 20.000 punti.

Ulteriori spunti al rialzo vedranno le quotazioni mettere sotto pressione la soglia dei 20.850 punti, ultimo ostacolo da abbattere prima di un test di area 21.000/21.050, dove verrà chiuso il gap lasciato aperto lo scorso 5 agosto.

Se il Ftse Mib avrà ulteriori forza, potrà proseguire al rialzo in direzione dei 21.450/21.500 punti, raggiunti i quali sarà probabile assistere ad una pausa prima di ulteriori salite.

Visto l'incremento messo a segno nelle ultime due sessioni, non saranno da escludere prese di profitto e se queste saranno contenute, potranno lasciare spazio a nuovi acquisti nel breve.

Il primo sostegno da monitorare con attenzione è in area 20.500, violata la quale il Ftse Mib potrebbe andare a colmare il gap-up lasciato aperto oggi poco sotto i 20.350 punti.