Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno meno per le Borse europee che, al pari di quanto accaduto ieri, hanno visto fare eccezione solo il listino tedesco.

A fine giornata infatti il Dax30 ha mostrato un frazionale rialzo dello 0,05%, mentre il Cac40 e il Ftse100 sono scesi a braccetto, cedendo lo 0,54% e lo 0,53%.

Ftse Mib ancora in rosso, ma il supporto tiene

Ancora una volta è stata Piazza Affari che ha avuto la peggio in Europa, con il Ftse Mib in calo dello 0,65% a 23.845 punti, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.869 e un minimo a 23.645 punti. 

L'indice delle blue chips ha avviato gli scambi già in calo, fermandosi al close sostanzialmente sugli stessi livelli dell'open, senza riuscire a colmare il gap-up lasciato aperto poco sotto area 24.000.

Il Ftse Mib ha dato vita ad un bel recupero dai minimi odierni, riuscendo ancora una volta a difendere il supporto di area 23.700, violata solo nell'intraday.

Proprio la riconquista di questo livello lascia la porta aperta alla possibilità di nuovi recuperi che però dovranno portare subito oltre quota 24.000 se si vorrà assistere ad un attacco ai recenti top di periodo a 24.168 punti.

Sarà con lo sfondamento di area 24.200 che il Ftse Mib metterà nel mirino i massimi del 2018 in area 24.500/24.550 che difficilmente saranno violati in prima battuta.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com