Dopo il ribasso registrato in avvio di settimana le Borse europee sono riuscite a trovare gli spunti giusti per dare vita ad un parziale recupero. Il Ftse100 è salito dello 0,25%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,5% e lo 0,85%.

In positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 20.698 punti, in progresso dello 0,77%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.708 e un minimo a 20.583 punti.

Piazza Affari recupera, ma per ora non basta

Il Ftse Mib ha aperto le contrattazioni in rialzo oltre quota 20.600 e dopo un rapido passaggio al di sotto di tale soglia ha allungato il passo verso area 20.700 in chiusura di sessione.

Il movimento odierno è da leggere nell'ottica di un semplice rimbalzo, favorito dalla tenuta per ora dei minimi messi sotto pressione ieri in area 20.500.

Il Ftse Mib non è riuscito al momento a riposizionarsi sopra i valori dell'open registrati in avvio di settimana in area 20.750.

Con il superamento di questa soglia sarà probabile una chiusura dell'ampio gap down lasciato aperto ieri, con possibili approdi in area 21.000.

Segnali di forza più convincenti si avranno con la rottura dei 21.100/21.150 punti, oltrepassati i quali il Ftse Mib potrà allungare il passo verso i 21.300 e i 21.500 punti prima e in seguito in direzione dei 21.665 punti, dove verrà chiuso il gap-down del 6 maggio.

Solo con un riposizionamento al di sopra di area 21.700 l'indice potrà mettere nuovamente nel mirino i massimi dell'anno in area 22.000/22.050, ma al momento è prematuro pensare ad un approdo su questi livelli almeno nell'immediato.