La chiusura positiva delle ultime due sessioni non ha trovato un seguito oggi per le Borse europee che hanno anche provato ad allungare il passo, fallendo però nel loro intento.
Il Dax30 si è fermato sulla parità, mentre il Ftse100 e il Cac40 poco sotto, con un calo rispettivamente dello 0,03% e dello 0,12%.

Ftse Mib: furia francese e ritirata spagnola

Diverso lo scenario se ci si sposta a Piazza Affari che è stata l'unica a terminare gli scambi in rialzo, con il Ftse Mib fotografato a 21.194 punti, in progresso dello 0,26%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.423 e un minimo a 21.011 punti.

Per la terza seduta di fila l'indice è riuscito a difendere il supporto dei 21.000 punti, registrando una progressiva accelerazione rialzista grazie al buon rialzo dei titoli bancari.

Il Ftse Mib ha provato ad avvicinare la soglia dei 21.500 punti, come già accaduto in altre quattro occasioni la scorsa settimana, salvo poi indietreggiare e fermarsi a ridosso di area 21.200.

Dal punto di vista tecnico c'è da notare che la soglia supportiva dei 21.000 punti si sta rivelando piuttosto solida e questo potrebbe giocare a favore di una ripresa più decisa del Ftse Mib nel breve.

La cautela però è ancora d'obbligo visto che l'indice al momento si mostra incapace di dare vita ad un attacco deciso di area 21.500.