Chiusura debole anche oggi per le Borse europee che dopo la flessione di ieri hanno tentato di recuperare terreno, salvo poi tornare sui loro passi. A fine sessione il Cac40 si è fermato sui valori dei close della vigilia, mentre il Dax30 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dello 0,09% e dello 0,18%.

Ftse Mib pronto a ripartire al rialzo?

Non diverso lo scenario se ci si sposta a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 19.115 punti, con un calo dello 0,18%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 19.250 e un minimo a 19.086 punti.
L'indice ha provato anche oggi a dare un seguito al recupero partito dai minimi dell'anno avvicinati la scorsa settimana, ma al momento non è riuscito ad avere ragione dell'ostacolo in area 19.200/19.300.

La tenuta di questo livello al momento non ha provocato un arretramento deciso dei corsi, con il Ftse Mib che resta quindi ben impostato per tentare nuovi allunghi nel breve.

Con il mantenimento di area 19.000 e la contestuale rottura dei 19.200/19.300, l'indice potrà allungare il passo sui recenti massimi di periodo in area 19.500/19.600, raggiunta la quale potrebbe registrare un'altra breve pausa. Se i corsi riusciranno invece a spingersi in avanti da subito, allora si potrà spostare lo sguardo sulla barriera dei 20.000/20.200 punti che difficilmente dovrebbe essere riconquistata in prima battuta.

Al ribasso il primo livello da monitorare con attenzione è in area 19.000, sotto cui il Ftse Mib potrebbe ripiegare verso i 18.800/18.700 punti. In caso di cedimento anche di questo sostegno sarà probabile un'estensione ribassista verso i minimi dell'anno in area 18.500/18.400.