Prosegue l'avanzata delle Borse europee che hanno terminato anche la sessione odierna in territorio positivo. Il Ftse100 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,13% e dello 0,22%, preceduti dal Dax30 che ha guadagnato lo 0,37%.

Ftse Mib in pausa prima di nuovi allunghi?

Fuori dal coro Piazza Affari che non è riuscita a sintonizzarsi con l'andamento positivo delle altre Borse europee. Il Ftse Mib si è fermato sotto la parità cedendo lo 0,15% a quota 22.587 punti, dopo aver segnato nell'intraday un massimo 22.668 e un minimo a 22.564 punti.
L'indice ha provato a scavalcare i massimi della vigilia, ma le prese di profitto hanno avuto la meglio. Il movimento odierno non modifica lo scenario del mercato già delineatosi nelle ultime sedute, con il Ftse Mib sempre proiettato verso il prossimo target in area 22.800, superata la quale si assisterà ad un test dei 23.000 punti.

Difficilmente quest'ultimo livello sarà violato in prima battuta, lasciando spazio piuttosto ad un possibile consolidamento prima di ulteriori spunti rialzisti che avranno come obiettivo successivo i massimi del 2015 in area 24.000.
Discese al di sotto dei 22.500 punti potrebbero favorire un po' di incertezza con flessioni verso i 22.300/22.200 punti prima e in seguito in direzione della soglia psicologica dei 22.000 punti.

Solo con la perforazione di questa soglia si avrà un segnale di debolezza che potrebbe aprire potenzialmente le porte a ribassi anche marcati verso i 21.500 punti prima e successivamente verso area 21.000.
Continuiamo ad attenderci ulteriori sviluppi positivi a Piazza Affari, dove eventuali flessioni saranno da sfruttare per valutare nuovi acquisti, con la dovuta cautela dettata dalla vicinanza dell'indice a livelli tecnici importanti.