I market movers in America

Nell'ultima seduta della settimana sul fronte macro Usa saranno resi noti i redditi personali che ad agosto dovrebbero salire dello 0,2% rispetto allo 0,4% precedente, mentre le spese per consumi, sempre ad agosto, sono attese in positivo dello 0,1% contro lo 0,3% di luglio e l'indice PCE in aumento dallo 0,1% allo 0,2%.

Per l'indice Chicago PMI di settembre si stima un calo d 58,9 a 58,2 punti, mentre il dato finale della fiducia Michigan a settembre dovrebbe attestarsi a 96 punti, dai 95,3 dell'indicazione preliminare, in frenata rispetto ai 96,8 punti della versione definitiva di agosto.
In giornata è previsto un discorso di Patrick Harker, presidente della Fed di Filadelfia.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa è atteso il dato preliminare relativo all'inflazione di settembre che dovrebbe mostrare un rialzo dell'1,5% su base annua, in linea con la rilevazione precedente, mentre la versione "core" è vista in positivo dell'1,2%.
In Germania si conosceranno le vendite al dettaglio di agosto che dovrebbero salire dello 0,4% dopo la flessione dell'1,2% precedente, mentre il tasso di disoccupazione a settembre è previsto invariato al 5,7%.

In Francia il focus sarà sulle spese per consumi che ad agosto dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,2% rispetto allo 0,7% precedente.
Nel pomeriggio è previsto un discorso del presidente della BCE, Mario Draghi.
A mercati chiusi è atteso un aggiornamento del rating della Spagna da parte di Standard & Poor's.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari presenteranno i conti del primo semestre Boero Bartolomeo, Bioera, It Way, Meridie, Mondo TV, Mediacontech e Trevi Group.