Prosegue l'avanzata delle Borse europee che dopo i rialzi messi a segno sul finire della scorsa ottava, hanno continuato a guadagnare terreno anche oggi. Il Ftse100 si è accontentato di un frazionale rialzo dello 0,09%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,25% e dello 0,68%.

In positivo anche Piazza Affari che, dopo essere stata l'unica a chiudere in rosso venerdì scorso, ha seguito l'andamento degli altri mercati oggi. Il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 23.979 punti, con un vantaggio dello 0,22%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 24.012 e un minimo a 23.823 punti.

Ftse Mib in attesa di uno slancio rialzista

L'indice continua ad oscillare intorno ai top dell'anno in area 24.000 che vengono superati anche frazionalmente, senza però essere sfondati con decisione. La tenuta di questo livello al momento non ha prodotto flessioni di rilievo, se non un normale ritracciamento verso il primo supporto di area 23.700/23.800, senza modificare dunque l'impostazione rialzista del mercato.

Per poter assistere a nuovi sviluppi positivo nel breve sarà importante una rottura decisa di area 24.000/24.100, oltre la quale ci saranno margini di apprezzamento in primis in direzione dei 24.500 punti. Se il Ftse Mib riuscirà ad avere ragione anche di questo ostacolo, allora potrà proseguire la sua marcia rialzista verso la barriera successiva di are 25.000.

La mancata violazione dei 24.000/24.100 potrebbe al contrario favorire nuove prese di profitto e in tal caso si segnala un primo supporto, peraltro già testato, in area 23.800/23.700. Al di sotto di tale soglia la discesa dell'indice proseguirà verso i 23.500 punti, rotti i quali si sposterà l'attenzione sui 23.200 prima e i 23.000 punti in un secondo momento.