A Piazza Affari fallisce il rimbalzo. Soffre STM, in rally Campari e Luxottica

Deboli i petroliferi, tra i bancari si salvano solo Ubi Banca e Monte Paschi. In lieve recupero Telecom e Fiat, shopping su Prysmian.

Seduta piuttosto volatile quella odierna per il mercato domestico che si lascia alle spalle una giornata di non poca indecisione. Dopo il forte calo della vigilia, gli indici hanno mostrato qualche titubanza nella parte iniziale, riuscendo poi a spingersi in positivo, salvo poi tornare sui loro passi. A guastare la festa ci ha pensato Wall Street con i tre listini principali che sono scivolati in rosso dopo aver tentato un rimbalzo. A Piazza Affari sono così ritornate le vendite, con il Ftse Mib che ha chiuso in flessione dello 0,42%, a quota 18.464 punti, insieme al Ftse Italia All-Share che ha ceduto lo 0,51%. Segno meno anche per il Ftse Italia Mid Cap e per lo Star, in ribasso rispettivamente dello 0,36% e dello 0,64%.In pole position tra le blue chips troviamo Campari che ha chiuso in rally del 5,3%, ma gli acquisti hanno interessato anche Luxottica che ha guadagnato il 3,95%. Il titolo ha beneficiato della decisione di Bank of America di inserirlo nella sua Europe 1 List, con una raccomandazione “buy”. In rosso gli altri due protagonisti del settore lusso, con Geox e Bulgari in flessione dello 0,51% e del 2,52%. Bene Prysmian che è salito del 3,01%, dopo essersi aggiudicato tre contratti per un valore complessivo di 20,3 milioni di euro. Shopping su Buzzi Unicem e Italcementi che si sono apprezzati del 2,61% e del 2,12%, e hanno strappato il segno più nel finale anche Telecom Italia e Fiat, in rialzo dello 0,75% e dello 0,3%. In ordine sparso i bancari che hanno visto in positivo Ubi Banca (+3,18%) e Monte Paschi (+1,9%), mentre hanno chiuso in rosso Banco Popolare (-0,1%), Intesa Sanpaolo (-0,67%), Unicredit (-0,85%), Mediobanca (-1,45%) e Banca Popolare di Milano (-2,37%).