Nuova chiusura in rialzo per le Borse europee che hanno terminato gli scambi sui massimi intraday, con il Ftse100 in salita dello 0,69%, seguito dal Dax30 e dal Cac40 che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,24% e lo 0,21%.

Praticamente invariata la conclusione di Piazza Affari che dopo sette sedute consecutive in rialzo oggi ha rivisto il segno meno. Il Ftse Mib ha registrato un ribasso impercettibile dello 0,01% a 20.715 punti, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.826 e un minimo a 20.657 punti.

Il Ftse Mib si ferma dopo 7 rialzi di fila: e ora?

L'indice si è mosso sostanzialmente nello stesso range della sessione precedente e per la terza seduta consecutiva ha provato a sfondare la soglia dei 20.800, violata solo nell'intraday senza essere conquistata in chiusura di sessione.

L'andamento delle ultime tre sedute mostra un po' di incertezza da parte del Ftse Mib che da una parte sembra faticare ad allungare ulteriormente il passo, ma dall'altra non mostra segnali di cedimento.

Questo movimento potrebbe essere propedeutico ad una rottura al rialzo dei massimi appena raggiunti, ma al contempo potrebbe anche rappresentazione una fase di distribuzione prima di un arretramento dell'indice.

La tendenza rialzista del mercato induce a pensare alla possibilità di ulteriori sviluppi positivi nel breve e conferme in tal senso giungeranno dalla rottura di area 20.800/20.850, con successivo approdo sulla soglia psicologica dei 21.000 punti.