Anche l'ultima seduta della settimana si è chiusa in positivo per le Borse europee, tra le quali però ha fatto eccezione il mercato londinese, con il Ftse100 in frazionale calo dello 0,08%.

Diversa la conclusione del Cac40 e del Dax3o che sono saliti rispettivamente dello 0,22% e dello 0,47%.

Ftse Mib oltre quota 22.000. Prossimo step i top dell'anno?

In luce verde anche Piazza Affari che ha messo a segno una delle migliori performance in Europa, con il Ftse Mib fermatosi a 22.181 punti, in rialzo dello 0,44%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.229 e un minimo a 22.075 punti.

Positivo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l'indice delle blue chips ha guadagnato l'1,07% rispetto al close del venerdì precedente.

Il Ftse Mib nelle prime tre sedute della settimana ha provato a più riprese a mettere sotto pressione l'area dei 22.000 che è stata rotta poi giovedì nel giorno della BCE, con un successivo allungo nella sessione successiva.

L'impostazione di Piazza Affari si conferma indubbiamente positiva, come testimoniato dalla rottura di area 22.000 che nelle scorse sedute avevano frenato i tentativi rialzisti dell'indice.

C'è da notare però che proprio dopo la violazione di questo livello sarebbe stato logico aspettarsi un'accelerazione al rialzo che spingesse subito il Ftse Mib al test dei massimi dell'anno in area 22.350.