Dopo il rimbalzo della vigilia, per Piazza Affari potrebbe essere arrivato il momento di uscire dalla tenda ad ossigeno dopo il crollo di venerdì 28/9, ed i moderati cali dell'1 e del 2 ottobre 2018.

Frenata Governo italiano sul rapporto deficit/PIL

E questo perché da parte del Governo giallo-verde è arrivata una importante frenata sulla manovra ed in particolare sugli obiettivi di deficit per i prossimi tre anni in rapporto al Pil. L'Esecutivo, a conti fatti, ha compreso che, presentando a Bruxelles per i prossimi tre anni un deficit/Pil al 2,4%, si sarebbe andati inesorabilmente al muro contro muro.



Ed allora, a conclusione ieri di un vertice a Palazzo Chigi, l'Esecutivo ha cambiato le carte, anzi i numeri sul tavolo confermando per il 2019 il deficit/Pil al 2,4%, ma puntando poi al rientro con il 2,1% nel 2020 e con un più rassicurante 1,8% nel 2021.