Piazza Affari consolida al rialzo indossando la maglia rosa in Europa. Numeri alla mano intorno alle 16 il listino milanese vantava un +1,2% corrispondente al 22.206 punti.

I protagonisti 

I titoli migliori della seduta sono senza dubbio Leonardo con un +9,84% che lo pone in cima alla lista dei best performer del Ftse Mib, Banca Mediolanum con 3,87% di vantaggio, Intesa Sanpaolo a +3,66% e A2a con +2,63%. In fondo al listino invece si trovano Buzzi Unicem con -1,13%, Campari a -1%, Finecobank a -0,93%, Prysmian con il suo -0,9%. A prescindere dai titoli, ad atirare l'attenzione nella seconda parte della seduta è stata la pubblicazione del prodotto interno lordo dell’aria euro che, secondo la stima flash di Eurostat, nel secondo trimestre del 2018 è aumentato dello 0,3% pari a +2,1% su base annuale mentre per l’Unione Europea, includente perciò anche i 28, si parla di un +0,4% corrispondente al 2,2% confrontando il dato con lo stesso trimestre 2017. Secondo quanto confermato dagli osservatori, il risultato, piuttosto debole, risente delle minacce di una guerra commerciale internazionale e di un euro che nei primi mesi dell'anno ha registrato pesanti aumenti. Focalizzandosi invece solo sul risultato italiano, il Pil del secondo trimestre (dati Istat) si è attestato a +0,2% dal +0,3% del trimestre precedente che invece diventa 1,1% su base annua: le attese degi esperti erano rispettivamente per un +0,2% e un +1,2% anno su anno.