Gli ultimi pesanti dubbi sull'evoluzione del negoziato commerciale tra Stati Uniti e Cina non preoccupano i vertici di Pimco.

Pimco: primo accordo sui dazi entro Natale

Secondo John Studzinski, managing director e vice presidente del colosso degli investimenti obbligazionari, la prima fase dell'accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina potrebbe infatti essere finalizzata e siglata entro la fine del 2019.

“Ci sono ovviamente dei nodi irrisolti su questioni come gli acquisti di beni agricoli, i trasferimenti forzati di tecnologie e più generali problemi di attuazione", ha detto in un'intervista alla CNBC il top manager, aggiungendo tuttavia che verosimilmente si tenterà di "risolvere qualcosa entro la fine di dicembre e di firmare l'accordo prima di Natale [...[ Penso che Trump consideri la cosa importante. Ha ricevuto molto sostegno dai CEO delle società americane, che vogliono vedere qualche forma di stabilizzazione".

Accordo commerciale: i dubbi sul negoziato

La previsione ottimista di Pimco arriva in un momento molto delicato per le trattative Usa-Cina. Dopo i progressi delle settimane scorse e gli annunci sull'accordo "fase 1", le due delegazioni sembravano essere molto vicine all'intesa, ma alcuni report degli ultimi giorni hanno indicato un nuovo stallo del dialogo.

Fonti del governo cinese avrebbero in particolare espresso pessimismo sulla situazione, per via della resistenza di Trump a rimuovere i dazi già applicati ai beni cinesi. 

Tariffe: l'accordo USA-Cina sarà solo parziale

Per Studzinski, in ogni caso, l'eventuale raggiungimento di questa prima fase di accordo non basterà a risolvere tutti i nodi dei rapporti Washington e Pechino, che vanno oltre la disputa sui dazi.