A dispetto dell'andamento negativo del Ftse Mib, anche la seduta odierna si è conclusa bene per Pirelli che è salito in controtendenza, mettendo a segno il terzo rialzo di fila.

Pirelli sale ancora e si piazza tra i migliori del Ftse Mib

Dopo aver archiviato la giornata di ieri con un progresso di un punto e mezzo percentuale, il titolo è riuscito a fare ancora meglio oggi.

Pirelli si è fermato a 4,436 euro, con un rialzo del 2,4% e volumi di scambio elevati, visto che a fine seduta sono transitate sul mercato oltre 4,8 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4 milioni.

Il titolo oggi si è messo in evidenza e ha conquistato la seconda posizione nel paniere delle blue chips, beneficiando delle indicazioni positive arrivate da Equita SIM.

Pirelli: per Equita visibilità settore tyre migliorerà

Gli analisti di quest'ultima ritengono che la visibilità del settore tyre sia destinata a migliorare per due motivi principali.

In primis i volumi di mercato sono in procinto di tornare al normale trend di crescita di lungo termine grazie all’arrivo dei vaccini.

In secondo luogo gli analisti si aspettano a breve una fase di rialzo dei prezzi, scenario tipicamente favorevole ai tyre-makers, per effetto del rimbalzo delle RM in un contesto di disciplina settoriale che ha dimostrato di venire rispettata anche durante e dopo il crollo dei volumi del secondo trimestre 2020.

Goodyear ha già annunciato aumenti negli Stati Uniti a partire da dicembre e gli analisti ritengono che presto altri seguiranno.

Come conseguenza gli esperti si aspettano che anche per Pirelli migliori la visibilità per un recupero a livello operativo, ma soprattutto di free cash flow.

Pirelli: atteso recupero della sottoperformance vs competitors

Nonostante la flessibilità dei covenants sia garantita fino a fine 2021, Equita SIM ritiene che la preoccupazione degli investitori in merito alla struttura finanziaria sia la principale causa della pesante sottoperformance del titolo.

Con il ritorno verso la normalità, gli analisti si aspettano che Pirelli recuperi parte di questa sottoperformance, tornando come in passato a trattare a multipli a metà strada tra Michelin e il best-in-class Nokian. Rispetto a quest'ultimo invece oggi Pirelli è a forte sconto e senza l’usuale premio su Michelin.

Pirelli: Equita alza il target price e conferma il rating buy

Per questo motivo gli analisti di Equita SIM hanno incrementato del 17% il target price di Pirelli, fissandolo a 5,4 euro.

Confermata la raccomandazione "buy" per il titolo, visto che i multipli sono economici, ma anche alla luce dell'efficace taglio dei costi che ammonta a circa 140 milioni di euro nel 2020.

A ciò si aggiunga il miglioramento del price-mix che gli analisti prevedono rimanga positivo nel 2021.