Amazon (AMZON)

Gli analisti di Evercore ISI hanno ieri ridotto da $1.990 a $1.800 il target price su Amazon.com per riflettere una riduzione delle stime per il 2019 sulle attività di e-commerce e advertising, riassegnando tuttavia un rating Outperform al titolo e inserendolo in una lista di top picks del settore internet per l'anno appena iniziato insieme ad Alphabet (GOOG), Expedia Group Expe) eIAC/InterActiveCorp. 

Amazon resta Buy anche per DA Davidson

Nel frattempo, mantengono una view positiva su Amazon anche gli analisti di DA Davidson, che hanno sempre ieri confermato il rating Buy, con tp $2.450, commentando le indiscrezioni del Wall Street Journal secondo cui l'azienda intende aprire nuovi store della filiale alimentare Whole Foods.

Nel report, l'analista Tom Forte segnala tra l'altro che Amazon potrebbe "aggiungere stazioni di servizio al suo portafoglio di negozi fisici", come "ulteriore mezzo per portare avanti" la sua strategia di grande distribuzione senza casse.

Netflix (NFLX) 

Sempre nell'area dei titoli Faang, finisce nel frattempo nel radar degli analisti il colosso dello streming video Netflix, su cui SunTrust abbassa il prezzo obiettivo da $410 a $355 in una nota di preview sui risultati del quarto trimestre.

Secondo quanto scrive l’analista Matthew Thornton, le rilevazioni sui nuovi abbonamenti negli Stati Uniti fino a novembre indicano una crescita "leggermente inferiore" ai pronostici del consenso (a 1,43-1,75 contro stime di 1,75-1,8 milioni): anche se quindi le robuste uscite del mese di dicembre ( "Bird Box" e "Reputation") dovrebbero essere state sufficienti a colmare il gap, è da considerarsi improbabile qualsiasi significativa sorpresa positiva.