La seduta odierna prosegue in rally per Poste Italiane che, dopo tre sedute consecutive in ribasso, oggi trovi gli spunti giusti per risalire la china peraltro con grande vivacità.

Poste Italiane si impenna sul Ftse Mib

Il titolo, archiviata la sessione di ieri con un calo di quasi il 2%, oggi scatta in avanti e, pur avendo già ritracciato dai massimi intraday, vanta un deciso progresso, riuscendo a fare decisamente meglio del Ftse Mib.

Negli ultimi minuti Poste Italiane, che occupa una delle prime posizioni tra le blue chips. passa di mano a 6,894 euro, con un rally dell'8,23% e oltre 8,9 milioni di azioni scambiate fino ad ora, più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,1 milioni di pezzi.

Poste Italiane promosso da Equita SIM. Ecco perchè ora è buy

Poste Italiane mette a segno la migliore performance tra i titoli finanziari, rispetto ai quali viaggia con una marcia in più grazie alle buone notizie arrivate da Equita SIM.

Gli analisti di quest'ultima infatti hanno deciso di riservare una promozione al titolo, migliorando la raccomandazione da "hold" a "buy", con un prezzo obiettivo invariato a 10,7 euro.

Da segnalare che Poste Italiane entra nel portafoglio raccomandato di Equita SIM, con un peso di 420 punti base.
Secondo gli analisti, Poste Italiane rispetto a tutti gli altri titoli finanziari, ha un business molto più diversificato e difensivo, operando sostanzialmente senza rischio credito e liquidità.

Infatti, spiega la SIM milanese, più del 40% dei ricavi deriva da business regolati, quali Servizio Postale Universale e remunerazione risparmio postale, o altamente ricorrenti e il riferimento è al margine di interesse sul portafoglio di BancoPosta.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Ciò rende gli utili del gruppo estremamente resilienti, tenendo presente che  Poste Italiane offre un "hedge naturale" in un contesto di aumento graduale negli spread sovrani.

Questo perchè il venir meno dei capital gain sul portafoglio titoli di BancoPosta è compensato dai maggiori interessi sui reinvestimenti in titoli.

Inoltre, dal 2021 i capital gain su cui conta Poste Italiane, si prevede verranno compensati da commissioni di distribuzione, mentre gran parte di quelli a budget per il 2020 sono già stati realizzati con vendite a termine.

Poste Italiane: diversi i punti di forza secondo gli analisti

Equita SIM evidenzia inoltre che anche in uno scenario stressato in cui i ricavi non regolati scendono del 20% nel 2020, Poste Italiane è in grado di confermare un dividendo di 49 centesimi di euro, con un payout al 70%, posponendo gli oneri non ricorrenti legati alle uscite volontarie di personale.

Infine, il titolo tratta con un price-earnings adjusted 2020 ex trading di 6 volte, vale a dire oltre il 40% sotto la media storica, sebbene il rischio di downgrade sugli utili non sia di dimensione così rilevante almeno nel breve secondo gli analisti di Equita SIM.

Poste Italiane fresco di promozione da Citigroup

Da ricordare che non più tardi di tre giorni fa una promozione per Poste Italiane è arrivata da Citigroup, con un cambio di strategia da "neutral" a "buy" e un prezzo obiettivo fermo a 9,5 euro.

La banca Usa fa sapere che sin dal collocamento nel 2015 ha sempre considerato Poste Italiane legata al quadro macro, vista la sua esposizione all'economia e ai titoli di Stato.

Gli analisti segnalano che il gruppo ha realizzato una profonda ristrutturazione, con un'accelerazione sul fronte della digitalizzazione delle sue attività.

La view positiva su Poste Italiane poggia anche sul fatto he secondo Citigroup è ben posizionata per sfruttare alcuni dei trend secolari in atto in Italia.