Per il pagamento delle pensioni Inps da parte di Poste Italiane, a partire dal prossimo mese di luglio del 2020, si tornerà alla fase antecedente alla pandemia del coronavirus, il che significa che si tornerà al passato. Per il pagamento pensioni Inps luglio 2020, infatti, si ripartirà dal primo giorno utile del mese in accordo con quanto è stato riportato da IlGiornale.it.

Pagamento pensioni Inps luglio 2020, si torna al primo giorno bancabile del mese

Questo significa che dal mese prossimo il pagamento delle pensioni Inps, al fine di evitare assembramenti, non sarà più scaglionato, ma gli importi Inps saranno accreditati tutti nello stesso giorno, e precisamente in corrispondenza del primo giorno bancabile del mese non solo per chi ritira la pensione a sportello in contanti, ma pure per chi ha la canalizzazione su conto corrente bancario, su conto BancoPosta e sugli altri prodotti di Poste Italiane a partire dalla carta Postepay Evolution, e passando per i titolari di libretti di risparmio.

Appuntamento con la quattordicesima per i pensionati, esempi di calcolo

Per il mese di luglio del 2020, per i pensionati, tra l'altro, c'è pure l'appuntamento con la quattordicesima con IlGiornale.it che, al riguardo, ha fornito alcuni esempi di calcolo.

Considerando un pensionato-tipo, con un reddito annuo sopra i 10.000 euro, ma sotto i 13.000 euro, l'importo della quattordicesima Inps si attesta a 504 euro con almeno 25 anni di contributi versati, scende a 420 euro tra i 15 ed i 25 anni di contributi versati, e scende ancora a 336 euro se gli anni di contributi sono inferiori a 15.

Quattordicesima Inps, la pagina web per saperne di più

Per saperne di più sulla quattordicesima, da a chi è rivolta a come funziona, c'è il sito Inps in corrispondenza di questa pagina web.