L’obiettivo previsionale di Musk è quello di raggiungere la prodizione di oltre 1 milione di automobili entro il 2020.

I SUV compatti rimangono il “core business” di Tesla e, attualmente rappresentano circa il 49% del nuovo mercato automobilistico negli Stati Uniti, secondo JD Power, e più della metà dei clienti che hanno comprato un veicolo lo scorso anno nella fascia di prezzo da $ 30.000 a $ 50.000 hanno acquistato un SUV.

Il modello Y potrebbe aiutare Tesla a sfruttare l'ondata delle prenotazioni potenziali.

Tesla Performances economiche: terzo utile

Tesla ha chiuso il terzo trimestre dello scorso anno 2018 con un utile netto di 311,5 milioni di dollari, contro il rosso di 619,38 milioni dello scorso anno.

È la terza volta nella storia che la casa automobilistica chiude in positivo: dopo un periodo di profondo “rosso”, Tesla sorprende i mercati borsistici.

Balza in avanti anche il flusso di cassa: è positivo, per la prima volta dal 2016, per 881 milioni di dollari.

Tesla gode di un’ottima tesoreria e di più liquidità: ciò è un segnale positivo per gli investitori.

Il prossimo obiettivo è quello di portare in Asia “parte della produzione durante il 2019” per poi costruire un network con i fornitori cinesi.

Non si tratta di una delocalizzazione: l'impianto produttivo servirà “solo clienti locali”.