A Piazza Affari ad indossare oggi la maglia rosa tra le blue chips è Prysmian che dopo il netto calo di ieri, quando la giornata si è conclusa con un ribasso di quasi tre punti percentuali, si riscatta con un poderoso rally.

Prysmian svetta sul Ftse Mib con volumi vivaci

Il titolo, che conquista la prima posizione nel paniere del Ftse Mib, dopo un avvio già in deciso rialzo ha allungato ulteriormente il passo e negli ultimi minuti viene fotografato a 17,055 euro, con un progresso del 6,46% e oltre 1,8 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2 milioni di pezzi.

Prysmian: i risultati del primo trimestre

A mettere le ali a Prysmian sono i risultati del primo trimestre, diffusi ieri a mercati chiusi.
Il gruppo ha archiviato il periodo in esame con un un utile netto pari a 89 milioni di euro, più che triplicato rispetto ai 28 milioni dello stesso periodo del 2018.

In crescita anche il fatturato consolidato che è aumentato del 47,5% a 2,771 miliardi di euro, mentre a parità di perimetro, ossia includendo il contributo di General Cable dall'1 gennaio 2018, l'incremento è pari all'1,3%.

L'Ebitda è passato da 198 a 231 milioni di euro, mentre l'Ebit adjusted evidenzia un incremento del 42,2% a 155 milioni.

L'indebitamento finanziario netto si attesta a 2,9 miliardi di euro, rispetto ai 2,22 miliardi di fine 2018, ma scende a 2,761 miliardi al netto degli impatti legati all'applicazione del nuovo principio contabile Ifrs 16 pari a 139 milioni di euro.

Prysmian: confermati i target per il 2019