Inps tutti i mesi verifica e controlla le domande di richiesta del reddito di cittadinanza, per accertarsi che i richiedenti siano ancora in possesso dei requisiti necessari per beneficiare di tale sussidio. Dopo gli ultimi controlli a ben 1.976 persone è stato tolto il  Reddito di cittadinanza, escluse per aver superato il valore del reddito famigliare. Nell'area personale dell'Inps, queste persone avranno trovato la voce: "superamento valore reddito familiare per attività lavorativa". Nonostante tutto l'Rdc ( Reddito di cittadinanza),  è stato confermato pure per il 2021. "Ma non dicevano che veniva sospeso ad agosto? Quali sono i requisiti per accedervi?" Andiamo per ordine, questa guida risponderà ad ogni tua domanda, delucidiamo le tue idee in modo semplice e chiaro!

Cos'è il Reddito di cittadinanza

Dal 6 marzo scorso, in Italia è possibile fare domanda di Rdc. Il Reddito di cittadinanza, è quella misura, pensata e proposta ancora nel 2013 dal Movimento 5 Stelle, introdotto poi con decreto legge 28 gennaio 2019, n.4 come aiuto economico per contrastare la povertà, un sostegno finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro. Un sussidio che mira ad aiutare le persone che si trovano sotto la soglia di povertà o che hanno perso il lavoro. La domanda per il Reddito di cittadinanza può essere presentata telematicamente attraverso il seguente sito, presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) o, dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli uffici postali (gestori del servizio integrato di cui all’articolo 81, comma 35, lettera b), del decreto-legge 25 giugno 2008 n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133).

Reddito di cittadinanza agosto 2020: come riattivarlo

 Per impedire la sospensione da parte dell'INPS, dei pagamenti di giugno 2020, il beneficiario del Reddito di cittadinanza, entro il 31 gennaio 2020, avrebbe dovuto aggiornare l'ISEE. Se  i pagamenti del Rdc sono stati sospesi, bisogna ripresentare all'INPS, l'ISEE per essere nuovamente verificato. Proprio per questo motivo, il pagamento del Rdc è sospeso dall'INPS, per tutti quei nuclei familiari, che non hanno consegnato entro il 31 gennaio 2020, il nuovo ISEE 2020. Quindi in questo caso come si può riattivarlo? Per riattivare i pagamenti sarà necessario consegnare  semplicemente l'ISEE aggiornato, fino ad allora i pagamenti dell'Rdc non avverranno. Per chi invece ha consegnato solamente in ritardo rispetto alla data del 31 gennaio, dovrà attendere un pò di più rispetto a chi ha inviato tutta la documentazione entro i termini fissati dall'INPS.

Quando arriva il pagamento del Reddito di cittadinanza di agosto

Per quanto riguarda i tempi, il pagamento dell'Rdc avverà nelle seguenti date:

  • Per chi ha presentato la domanda entro il 30 giugno 2020: Rdc verrà pagato a partire dal 27 agosto 2020
  • Per chi ha presentato la domanda entro il 31 luglio: riceverà a partire dal 15 agosto la card con relativo pagamento del'Rdc
  • Per chi ha presentato la nuova domanda entro il 31 agosto 2020: Rdc verrà versato a partire dal 15 settembre, solo dopo che l'INPS avrà controllato che i requisiti siano rispettati dal nucleo familiare richiedente. A quel punto l'INPS ci invierà la risposta per indicarci se ha accolto o non ha accolto la nostra richiesta. Infine ci arriverà l'invito di Poste Italiane a ritirare la carta Rdc, dove verrà accreditata la prima somma.

Per l'ultima categoria menzionata, ovvero quei cittadini che aspettano il primo accredito  Rdc, agosto è un mese importante, perché non solo in questo mese sapranno  l'esito della loro domanda tramite sms dall'INPS, ma riceveranno pure l'invito a ritirare la carta con l'importo dovuto, da Poste italiane.

Quali spese posso effettuare con la Carta Rdc

La Carta consente:

  •  di prelevare contante entro un limite mensile di 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo (incrementato in base al numero di componenti il nucleo);
  • di pagare l'affitto effettuando un bonifico mensile SEPA/Postagiro in Ufficio Postale, in favore del locatore indicato nel contratto di locazione, o la rata del mutuo all’intermediario che ha concesso il mutuo;
  • pagare tutte le utenze domestiche o le mense scolastiche, negli Uffici Postali (con bollettini o MAV postali) e in tutti gli esercizi commerciali abilitati (tabaccai, i supermercati, bar, ecc.).
  • L'acquisto di beni di consumo

Da ricordare, che l’importo non speso o non prelevato viene sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato.

Quali spese non posso effettuare con la Carta Rdc

È vietato l’utilizzo della carta Rdc per:

  • giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità
  • acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto,
  • nonché servizi portuali;
  • armi;
  • acquisti presso gallerie d’arte e affini;
  • materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
  • servizi finanziari e creditizi;
  • servizi di trasferimento di denaro;
  • servizi assicurativi;
  • articoli di gioielleria;
  • acquisti in club privati,
  • articoli di pellicceria.

Chi può richiedere il reddito di cittadinanza

Può richiedere il Reddito di cittadinanza, il cittadino italiano o dell’Unione Europea; cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso, il cittadino di Paesi terzi familiare di cittadino italiano o comunitario  titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; titolare di protezione internazionale; che ha i seguenti requisiti economici: 

  • valore ISEE inferiore a 9.360 euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare in Italia e all’estero, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10.000 euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5.000 euro in più per ogni componente con disabilità e euro 7.500 per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza).
  • un valore del reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui.Tale soglia è aumentata a 7.560 euro ai fini dell’accesso alla Pensione di cittadinanza. Se il nucleo familiare risiede in un’abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro.

Tagli reddito di cittadinanza agosto 2020

Come già preannunciato prima, secondo decreto attuativo pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 30 giugno, dal mese di agosto il Reddito di cittadinanza subirà un taglio fino ad un massimo del 20%.  In sostanza, ciò che avanza del Reddito di cittadinanza, viene tagliato fino ad un massimo del 20% nel mese successivo. Inoltre il Decreto prevede pure un taglio semestrale per la parte che eccede l'importo mensile dell'Rdc.

L’articolo 3 del decreto del 2 marzo 2020 disciplina le modalità di attuazione della decurtazione semestrale, che agisce sull’ammontare non speso o non prelevato nel semestre, fatta eccezione per una mensilità di beneficio riconosciuto. La norma prevede che, al termine del semestre di riferimento, venga considerato il valore del saldo al netto degli arretrati erogati nel corso dello stesso semestre di riferimento e al netto del valore del beneficio mensile effettivamente erogato nell’ultimo mese del semestre e dell'eventuale importo da sottrarre dalla disponibilità della carta ai sensi dell'articolo 2 del decreto (decurtazione mensile).- come cita parte del testo del messaggio n 2975 del 28 luglio dell'INPS