Il mese in corso è ormai prossimo al giro di boa e si inizia così a ragionare sui tempi del pagamento del reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: ricarica agosto in date differenti

Come accade ogni mese, anche ad agosto la ricarica fatta da Poste Italiane sulla carta RdC seguirà delle tempistiche differenti e non sarà erogata a tutti i beneficiari del sussidio.

Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le date dei pagamenti di agosto che per alcuni arriveranno già nelle prossime ore, mentre per altri bisognerà attendere tempi più lunghi.

Le differenti scadenze della ricarica riflettono i diversi momenti in cui è stata fatta la domanda del reddito di cittadinanza e la tipologia di beneficiari dello stesso.

Reddito di cittadinanza: ricarica tra domani e lunedì. Ecco per chi

Per chi ha richiesto l'accesso al sussidio per la prima volta e lo ha fatto entro il 31 luglio, il pagamento è ormai in dirittura di arrivo.

Come già accaduto nei mesi scorsi infatti, per questi beneficiari l'Inps invia la disposizione di pagamento a Poste Italiane il giorno 15 del mese.

Visto che ad agosto questa data coincide con un giorno festivo, è probabile che il pagamento venga ad anticipato a domani 14 agosto o in alternativa sia posticipato a lunedì 17 agosto.

In una di queste due date i nuovi beneficiari del reddito di cittadinanza riceveranno la prima ricarica, contestualmente al ritiro della PostePay presso un ufficio postale.

Reddito di cittadinanza: a chi arriva pagamento tra 24 e 27 agosto

Quanti invece percepiscono il sussidio ormai da tempo, dovranno attendere ancora più di 10 giorni, visto che il pagamento della mensilità di agosto, come di consueto, per loro avverrà tra il 24 e il 27 del mese, salvo diverse indicazioni che dovessero arrivare dall'Inps nei prossimi giorni.

Reddito di cittadinanza: ecco chi non riceverà soldi questo mese

C'è anche chi ad agosto non riceverà alcuna ricarica e dovrà attendere il prossimo mese per avere i soldi.

Si tratta di coloro che hanno presentato la domanda di accesso al reddito di cittadinanza questo mese o che lo faranno entro il 31 agosto.

I soggetti in questione dovranno aspettare un altro mese circa, visto che per loro il primo pagamento arriverà il 15 settembre.

Ricordiamo che questo mese Poste Italiane, così come disposto dall'Inps, non ricaricherà la card RdC di quanti non sono in regola con l'osservanza degli obblighi di comunicazione delle variazioni reddituali, patrimoniali e del nucleo familiare.

Come già evidenziato dall'Inps a fine gennaio scorso, "nel caso in cui la dichiarazione ISEE non venisse rinnovata entro il 31 gennaio 2020, oppure presenti nell’attestazione omissioni o difformità, il reddito o la pensione di Cittadinanza verranno sospesi fino al rinnovo della dichiarazione o alla regolarizzazione dell’ISEE difforme".

Chi non ha provveduto quindi a presentare il nuovo ISEE non riceverà la ricarica ad agosto e solo nel momento in cui provvederà all'invio della documentazione aggiornata si vedrà riattivare il flusso dei pagamenti a partire dal mese successivo a quello della regolarizzazione della propria posizione.

Reddito di cittadinanza: occhio al taglio del 20% da settembre

A prescindere dalla data del pagamento, segnaliamo a tutti i percettori del reddito di cittadinanza l'importante novità in avvio.

Da settembre infatti partirà la prima decurtazione mensile sulla somma del sussidio non spesa, fino al limite massimo del 20%.

In altre parole il percettore del reddito di cittadinanza dovrà spendere tutta la somma messa a disposizione per quel mese, per evitare che l'importo eventualmente residuo ancora presente sulla carta sia sottratto dalla ricarica del mese successivo nel limite del 20% del pagamento erogato.