Il 34% delle famiglie beneficiarie, attualmente, di reddito di cittadinanza o di pensione di cittadinanza, ha percepito almeno una mensilità del ReI - il Reddito di Inclusione, nel periodo che va dal mese di gennaio del 2018 al mese di giugno del 2020

Reddito di Cittadinanza vale di più rispetto al Reddito di Inclusione

A darne notizia è stato l'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS) in accordo con gli ultimi dati aggiornati dell'Osservatorio su reddito di cittadinanza, pensione di cittadinanza, reddito di inclusione e reddito di emergenza. Inoltre, la quasi totalità di percettori di RdC, che in passato ha preso almeno una mensilità del ReI, e precisamente il 93%, grazie proprio al reddito di cittadinanza percepisce ora somme che sono di circa 391 euro superiori rispetto al Reddito di Inclusione

Pagamenti ReI, picco di 357 mila beneficiari nel mese di dicembre del 2018

In Italia, inoltre, ci sono ancora famiglie che percepiscono il reddito di inclusione visto che, nello scorso mese di giugno 2020, le prestazioni di ReI pagate sono state 4.000 rispetto al piccolo massimo che, con 357 mila beneficiari, e per un importo medio pagato pari a 284 euro, è stato raggiunto nel mese di dicembre del 2018. 

La migrazione dal Reddito di Inclusione al Reddito di Cittadinanza

Poi, nel marzo del 2019, si sono aperti i termini per l'accesso al reddito di cittadinanza e, di conseguenza, da parte delle famiglie che hanno rispettato i requisiti c'è stata la migrazione visto che, in termini economici, con l'RdC si prende di più rispetto al ReI

RdC, PdC, Rem e ReI: ecco i dati medi di pagamento per ogni singolo sussidio

L'Inps, per il mese di giugno del 2020, ha inoltre fornito il dato medio pagato per ogni singolo sussidio, ovverosia 576 euro per il Reddito di Cittadinanza, 244 euro per la Pensione di Cittadinanza, 550 euro per il Reddito di Emergenza e 314 euro per il Reddito di Inclusione. I dati completi del Rapporto Inps, con grafici e tabelle, sono visionabili e scaricabili cliccando qui.