Il reddito di cittadinanza va migliorato, ma non si tocca. Questo è quanto, tra l'altro, ha dichiarato Roberto Gualtieri, il ministro dell'Economia, in accordo con quanto è stato riportato dal sito del TGCom24. Ma a quasi un anno dal lancio della misura, fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle, si può fare un'analisi del reddito di cittadinanza per capire cosa ha funzionato ad oggi, e cosa no.





Reddito di cittadinanza non funziona per stranieri e nuclei familiari disagiati

Per esempio, IlSole24Ore sottolinea come il reddito di cittadinanza non funzioni per gli stranieri e per le famiglie numerose e disagiate. E questo perché mediamente una famiglia numerosa prende di reddito di cittadinanza non più del doppio rispetto ai single, il che significa che al crescere del numero dei componenti del nucleo tende a ridursi la quota di reddito di cittadinanza pro-capite.