Per il rispetto dei requisiti di accesso al bonus 600 euro, se si è già percettori di reddito di cittadinanza, la strada è molto stretta, ed in molti casi si tratta di una missione impossibile. In pratica un'ampia fetta dei percettori di reddito di cittadinanza è tagliata fuori dall'indennità che è stata inizialmente istituita dal Governo a favore di lavoratori autonomi e partita Iva.

Reddito di cittadinanza e bonus 600 euro, ma solo per il mese di aprile

E questo perché, come riportato dal sito GDS.it, il bonus 600 euro, a titolo di integrazione sulla mensilità percepita con il reddito di cittadinanza, potrà essere richiesto entro l'8 giugno del 2020 solo per il mese di aprile rispettando una capienza di 600 euro.

Integrazione reddito cittadinanza con l'indennità, capienza più bassa per i lavoratori agricoli

In pratica chi prende mensilmente con il reddito di cittadinanza più di 600 euro al mese è automaticamente tagliato fuori dall'integrazione. Inoltre, nel caso di lavoratori agricoli percettori di reddito di cittadinanza la capienza scende a 500 euro.

Niente bonus 600 euro per i percettori di reddito di emergenza

Porte sbarrate, invece, a coloro che percepiranno il reddito di emergenza. Il Rem è infatti incompatibile con tutte le indennità Covid-19 istituite dal Governo italiano, e quindi pure con il bonus 600 euro.

Ricordiamo che per il reddito di emergenza, pagato per due mesi per un minimo di 400 euro ed un massimo di 800 euro mensili, la domanda si può presentare solo ed esclusivamente in via telematica dal sito Internet dell'Inps. Inoltre, i termini di domanda per il Rem si chiudono il 30 giugno del 2020, il che significa anche che i soldi non arriveranno prima del prossimo mese di luglio.