Sul reddito di cittadinanza proprio in queste ore l'Inps sta comunicando a centinaia di migliaia di famiglie, via Sms o posta elettronica, l'esito della domanda. L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, in particolare, stima un tasso di accoglienza delle domande pari al 75%, ma la misura, che rappresenta il cavallo di battaglia, prima in campagna elettorale, e poi al Governo, del MoVimento 5 Stelle, potrebbe non funzionare. 

Reddito di cittadinanza, primi dubbi sul numero delle domande

Al riguardo i primi dubbi sono legati al numero di domande presentate, che al momento risulta essere al di sotto delle attese, ma per come è strutturato il reddito di cittadinanza potrebbe in realtà non riuscire a risolvere il duplice obiettivo della lotta alla povertà e del rilancio e reinserimento occupazionale

Corte dei Conti su povertà e rilancio occupazione, servono approcci diversi

Secondo la Corte dei Conti, infatti, la lotta alla povertà da un lato, ed il rilancio dell'occupazione dall'altro, andrebbero affrontate con approcci diversi e non con un'unica misura rappresentata proprio dal reddito di cittadinanza.