Nubi nerissime incombono sul Reddito di Cittadinanza con la fine sempre più vicina dell'esperienza del governo Conte. Almeno a giudicare dalle dichiarazioni sul futuro del controverso sussidio rilasciate nelle ultime ore dai due leader della maggioranza giallo-verde.

Reddito di cittadinanza nel caos con la crisi di governo

"E' surreale che ci debba essere crisi a Ferragosto. Ai cittadini viene scaricata addosso la preoccupazione non delle elezioni ma di una crisi che colpirà misure per loro importanti. Un governo non si insedierà prima di dicembre: salterà tutto quello che abbiamo fatto, quindi reddito, quota 100...".

Reddito di cittadinanza, Di Maio: salta tutto con la crisi di governo

Così oggi Luigi Di Maio, vicepremier e capo politico del Movimento 5 Stelle, ha esplicitamente richiamato la possibilità che la crisi di governo apertasi la settimana scorsa, dopo la presentazione di una mozione di sfiducia della Lega contro il premier Conte, possa mettere a rischio i due provvedimenti bandiera del governo Lega-M5S introdotti nell'ultima manovra di Bilancio, ovvero il Reddito di Cittadinanza ed il nuovo meccanismo di pensionamento anticipato noto appunto come "quota 100". Una prospettiva resa ancor più attuale dalle ultime esternazioni dell'ormai ex alleato dei pentastellati in seno all'esecutivo giallo-verde, il leader leghista Matteo Salvini.