Presto in Italia il sostegno alle famiglie povere, o comunque in temporanea difficoltà economica, raddoppierà in quanto al reddito di cittadinanza, anche se solo in via transitoria, si andrà ad affiancare il cosiddetto reddito di emergenza.

Reddito di cittadinanza si andrà ad affiancare al reddito di emergenza, ecco la conferma

In accordo con quanto è stato riportato dall'agenzia di stampa adnkronos.com, infatti, il ministro per la Pa Fabiana Dadone, via social network Instagram, ha confermato che il reddito di emergenza si andrà ad affiancare al reddito di cittadinanza.

Reddito di emergenza, aiuti alle famiglie per due mesi?

Considerando che il lockdown in queste ore è stato esteso fino al 3 maggio del 2020, è lecito attendersi che i percettori del reddito di emergenza saranno aiutati come minimo per un paio di mesi aspettando la cosiddetta fase 2, ovverosia quella che porterà alla ripartenza della maggior parte delle attività produttive.

Il Rem chiude il cerchio delle misure di sostegno a cittadini e imprese

Dopo  la cassa integrazione, il bonus 600 euro per partite Iva ed autonomi, ed il bazooka da 400 miliardi di euro per i prestiti alle aziende, il Rem - Reddito di emergenza andrà sostanzialmente a chiudere il cerchio degli aiuti alle famiglie ed alle imprese. Al Rem, tra l'altro, potranno accedere, salvo clamorose sorprese, pure quelle famiglie che, senza reddito dimostrabile, nella maggioranza dei casi prima del lockdown avevano entrate da lavoro irregolare.

Il Governo italiano per ora non si è preoccupato delle coperture finanziarie per tutte le misure sopra indicate, ma per l'Esecutivo la battaglia con l'Europa è in corso visto che il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha confermato che l'Italia continuerà a lottare per chiedere e per ottenere l'istituzione degli Eurobond.