Con il lockdown le famiglie italiane devono restare a casa, ma le entrate in molti casi già da tempo scarseggiano. Di conseguenza, con le difficoltà economiche, si è aperta una vera e propria caccia ai sussidi ed agli aiuti di Stato, dai buoni spesa al bonus da 600 euro, e passando per la cassa integrazione. C'è pure il reddito di cittadinanza, con i termini di domanda che, se in possesso dei requisiti, sono sempre aperti, così come tra non molto sarà possibile pure presentare l'istanza per l'accesso al cosiddetto Rem, il Reddito di emergenza.

Reddito di cittadinanza o reddito di emergenza, due opzioni contro le difficoltà economiche

Di conseguenza, presumibilmente a partire dal mese di maggio del 2020, le famiglie in difficoltà economica potranno valutare, in base ai requisiti, se rientrano nel reddito di cittadinanza oppure se possono presentare domanda per il reddito di emergenza il cui varo è atteso con il decreto aprile del Governo italiano.

Rem o Rdc? E' ancora presto per una scelta definitiva

In ogni caso, se i requisiti di accesso per il reddito di cittadinanza sono noti, quelli per il Rem chiaramente non lo sono visto che si attende proprio il decreto come sopra accennato.

Dopo il decreto aprile 2020 del Governo, inoltre, sarà necessario attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Dopodiché è probabile che passi qualche altro giorno affinché sia pronto e disponibile online il modulo per chiedere il Rem.

Reddito di emergenza da pagare il più presto possibile

In più, la speranza sul Rem è che il sussidio arrivi il più presto possibile nelle tasche dei cittadini in difficoltà, e che non si verifichi il caos come per il bonus 600 euro visto che, ad oggi, sarebbero ancora in tanti ad attendere il bonifico.