Chi prende il reddito di cittadinanza non può fare filotto richiedendo ed incassando pure il cosiddetto Rem - Reddito di emergenza. E' bene chiarirlo proprio oggi, 27/5/2020, che è la data di accredito della mensilità di maggio del reddito di cittadinanza su carta Postepay.

Divieto di combinata tra reddito di cittadinanza e reddito di emergenza col Decreto Rilancio 

Il Decreto Rilancio prevede infatti che l'accesso al reddito di emergenza sia destinato a quelle famiglie che, bisognose dopo il lockdown per il coronavirus, non percepiscono altri sussidi. Il chiarimento, sul divieto di combinata tra reddito di cittadinanza e reddito di emergenza, è d'obbligo anche perché originariamente, come peraltro riportato dal sito notizieora.it, erano circolate le voci relative alla possibilità di accedere a titolo di integrazione al Rem anche se percettori di reddito di cittadinanza.

Differenze tra Rdc e Rem, dall'importo massimo mensile all'Isee

Tra reddito di cittadinanza e reddito di emergenza, inoltre, ci sono delle differenze in termini di importo massimo e di valore massimo dell'Isee da rispettare. Nel dettaglio, con il reddito di emergenza l'importo massimo è di 800 euro, ma l'Isee deve essere sotto i 15.000 euro rispetto alla soglia massima di 9.360 euro da rispettare per il reddito di cittadinanza.

Domanda reddito di cittadinanza e reddito di emergenza, come si presenta

Differenze tra reddito di cittadinanza e reddito di emergenza ci sono pure per quel che riguarda la presentazione della domanda. L'Rdc, infatti, si può richiedere dal sito Inps e dal sito ufficiale redditodicittadinanza.gov.it, mentre il Rem si richiede, con le credenziali, solo dal sito Internet dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale partendo da questa pagina web.