La maggioranza di coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza è tagliata fuori non solo dagli aiuti istituiti con il Decreto Cura Italia, ma anche da quelli che il Governo ha introdotto con l'ultimo provvedimento, varato in ordine di tempo, che è il Decreto Rilancio. Per esempio, chi prende il reddito di cittadinanza non può accedere al Rem, il Reddito di emergenza, ma nello stesso tempo è pure vero che c'è qualche eccezione.

Bonus colf e badanti 2020 e reddito di cittadinanza possono andare d'accordo 

Per esempio, in accordo con quanto è stato riportato dal sito theitaliantimes.it, il reddito di cittadinanza è compatibile, a titolo di integrazione, con il bonus colf e badanti 2020 così come indicato dall'Inps con il messaggio numero 2184 del maggio del 2020. La cumulabilità del reddito di cittadinanza con il bonus colf e badanti 2020, a titolo di integrazione, è comunque limitata ad un massimale di 500 euro mensili.

Come chiedere ed ottenere il bonus colf e badanti 2020 

Al pari di tante altre indennità istituite ai tempi del coronavirus, pure la domanda per il bonus colf e badanti 2020 si presenta online dal sito Internet dell'Inps in proprio oppure avvalendosi dei servizi dei patronati fermo restando il rispetto dei requisiti richiesti a partire dal fatto che i collaboratori familiari non devono essere conviventi con il datore di lavoro.

Integrazione a 500 euro pure per gli operai agricoli percettori di Rdc

Oltre ai collaboratore familiari pure gli operai agricoli, riporta il sito ipsoa.it, per il mese di aprile del 2020 possono chiedere ed ottenere fino a 500 euro l'indennità Covid-19 a titolo di integrazione se sono già percettori di reddito di cittadinanza. Per esempio, se ad aprile 2020 l'operaio agricolo ha preso nel mese 350 euro di reddito di cittadinanza, allora può chiedere ed ottenere a titolo di integrazione un bonus aggiuntivo pari a 150 euro.