Il reddito di cittadinanza come misura di tipo assistenzialistico, ideata solo per dare soldi, e per far rimanere le persone comodamente sedute sul divano, secondo i detrattori, è ufficialmente ai titoli di coda

Lavorare ora è obbligatorio per chi prende il reddito di cittadinanza

E questo perché lavorare ora è obbligatorio, e non parliamo di assunzioni da parte delle imprese, ma di un'occupazione a titolo gratuito con l'istituzione dei Puc, sigla che sta per Progetti Utili alla collettività la cui gestione è affidata ai Comuni dove risiedono i percettori del reddito di cittadinanza

Progetti Utili alla collettività, cosa sono per i percettori occupabili del sussidio

In altre parole, per non rischiare di vedersi sospeso o revocato il reddito di cittadinanza, i percettori occupabili del sussidio dovranno essere pronti a lavorare per il Comune almeno 8 ore a settimana, e rigorosamente a titolo gratuito per svolgere mansioni che spaziano dall’assistenza domiciliare alle persone anziane alla manutenzione del verde pubblico in accordo con quanto è stato riportato dal sito lavoroediritti.com.